Il Bosco delle Favole e dei Giochi
della tradizione

Nella meravigliosa cornice del Bosco Mazzocca “Il bosco delle favole” è un percorso didattico-naturalistico pensato per bambini ma anche per adulti, un vero e proprio parco a tema costruito adottando tecniche di architettura ecocompatibile e dotato di sentieri, piazzole e zone dedicate al gioco e al relax.
Il progetto è stato ideato per rendere più fruibile l’area naturalistica in questione soprattutto a un pubblico di bambini: sono infatti riproposte favole, leggende e tradizioni locali creando un vero e proprio viaggio attraverso la natura e la cultura del territorio, viaggio nel quale i più piccoli avranno la fortuna di incontrare folletti, animali parlanti e pozzi fatati.
Il percorso, di circa 700 mt, si snoda tra gli alberi ed è intervallato da 10 piazzole:

1. Piazzola di benvenuto
L’area, la più piccola, è allestita con una bacheca che illustra la mappa del sentiero delle favole, La casetta del folletto “Ghianda” custode del bosco introduce nel percorso.

2. I libri giganti
L’area è allestita con libri giganti di legno che raccontano le favole in tre lingue: italiano, dialetto e inglese.

3. Area pic nic
Dopo un primo tratto di percorso in salita si trova un’area relax, attrezzata con tavoli e panche.

4. Belvedere
Nelle vicinanze dell’area pic-nic si trova una piccola area belvedere, attrezzata con una panca per godere del bel panorama sulla pianura della contrada Escamare.

5. Favola 1 Maste Jacucce
La scena della favola è arricchita da lupi a grandezza naturale, un ponticello in legno su un finto ruscello e dal personaggio di Maste Jacucce seduto a cavalcioni su un ramo di un grande albero.

6. Favola 2 L’osse rutte pòrte u sane
La favola è arricchita da un lupo ed una volpe a grandezza naturale.

7. Favola 3 U puzze du senteménte
Un grande pozzo in muratura, un topolino ed una scatola sono i protagonisti della scena.

8. Area dei proverbi
Dopo il secondo tratto di percorso ancora in salita ci si può rilassare nell’area relax dei proverbi, dove, seduti comodamente in sedie ricavate dai tronchi degli alberi, si posso leggere in diletto riccese i proverbi dei dodici mesi dell’anno.

9. Favola 4 U muzzecarélle
La scena è impreziosita da un piccolo albero sempreverde sulla cui chioma è adagiato un folletto con berretto rosso e orecchie a punta. Sotto l’albero troviamo una piccola casa con grandi finestre da cui scorgere gli interni arredati con tavolini, sedie, letti e stoviglie.

10. Favola 5 U Péšche du trasòre
L’ultima piazzola ospita la favola del pesco del tesoro. Nella scena sono inseriti un grande masso che simboleggia la grande roccia calcarea che si eleva sulla Montagna di Riccia. nelle immediate vicinanze una casetta ospita una chioccia con i suoi sette pulcini. Da quest’ultima piazzola ci si incammina verso la fine del percorso.

Single post image